I risultati della Survey for people who make websites, 2009

Risultati de “A LIST APART Survey, 2009”

Ancora una volta, voi ed A List Apart avete collaborato per far luce proprio su chi crea i siti web. Dove viviamo? Che tipo di lavoro facciamo? Che nome diamo al nostro lavoro? Siamo ben pagati oppure no? Siamo soddisfatti? Come vediamo il nostro futuro lavorativo?

Ancora una volta, presentiamo i nostri risultati sul web, con tabelle dati XHTML convertite in grafici eleganti a cura di CSS, Jason Santa Maria ed Eric Meyer. Gli altri componenti del team che hanno elaborato questi risultati includono la redattrice Krista Stevens e l'editore Jeffrey Zeldman.

Le analisi contenute in questo report dovrebbero essere considerate principalmente come descrittive: non è stato fatto alcun tentativo di accertare la causalità tra le variabili del sondaggio. In altre parole, fate attenzione a non estrapolare le osservazioni che seguono in termini di relazioni predittive o causali.

Chi siete?

Venite qui spesso? Di che segno siete?

Agli intervistati sono state poste domande di base su età, sesso, professione e così via.

Fig. i Età

18 o meno

1,8%

19-29

49,6%

30-44

42,3%

45-64

6,1%

65 e oltre

0,2%

Le percentuali sono basate su 26.088 risposte a questa domanda (il 98,8% del totale degli intervistati).

Sembra che ci sia un lieve innalzamento dell'età: l'anno scorso il 51,5% era nel range 19-29 ed il 40,3% era nel range 30-44.

Fig. ii Sesso

Maschio

82,6%

Femmina

17,4%

Le percentuali si basano su 25.954 risposte a questa domanda (il 98,3% del totale degli intervistati).

Come negli scorsi anni, gli intervistati sono nella stragrande maggioranza maschi. Questo risultato è grossomodo lo stesso del risultato del sondaggio del 2007 e leggermente più basso del risultato del 2008, sebbene non in misura significativa.

Fig. iii Etnia

Bianco / Caucasico

85,6%

Asiatico / Pacific Rim*

5,7%

Ispanico / Latino

3,9%

Nero / Africano

1,3%

Indigeno / Nativo

0,3%

Altro

3,2%

*Lista degli Stati del Pacific Rim [ndt]

Le percentuali si basano su 26.079 risposte a questa domanda (il 98,7% del totale degli intervistati).

Come negli anni passati, gli intervistati sono in maggior parte Caucasici. Questi risultati non sono cambiati in modo significativo nei tre anni in cui abbiamo effettuato il sondaggio.

Fig. iv Professione

Developer

30,1%

Altro

24,4%

Web Designer

12,5%

Designer

8,9%

Interface Designer, UI Designer

3,5%

Project Manager

3,4%

Webmaster, Web Master

3,3%

Creative Director

3,3%

Art Director

1,9%

Web Producer

1,7%

Web Director

1,6%

Information Architect

1,4%

Autore, Redattore

1,1%

Usability Expert/Consultant/Lead

1,1%

Commerciale

1,0%

Docente

0,5%

Accessibility Expert/Consultant/Lead

0,2%

Le percentuali si basano su 26.115 risposte a questa domanda (il 98,9% del totale degli intervistati).

I developers guidano la classifica, seguiti da “Altro”. L'elevata percentuale di “Altro” suggerisce che abbiamo bisogno di ulteriori titoli per la prossima edizione di questo sondaggio.

Fig. v Area geografica

Nord e Centro America

58,3%

Europa

31,7%

Oceania

3,8%

Asia

3,4%

Sud America

1,9%

Africa

0,8%

Antartico

0,0%

Le percentuali si basano su 26.364 risposte a questa domanda (il 99,8% del totale degli intervistati).

I risultati di quest'anno sono sostanzialmente gli stessi del 2008, solo con una minima variazione.

Fig. vi I primi 20 Paesi

Stati Uniti d'America

51,1%

Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord

10,6%

Canada

6,2%

Germania

2,9%

Australia

2,8%

Paesi Bassi

2,5%

Francia

1,3%

Italia

1,3%

Svezia

1,2%

Belgio

1,2%

India

1,1%

Spagna

0,9%

Nuova Zelanda

0,9%

Finlandia

0,8%

Romania

0,8%

Norvegia

0,8%

Brasile

0,7%

Danimarca

0,6%

Polonia

0,6%

Svizzera

0,5%

In totale, ci sono state risposte da 157 Paesi. I primi 20 Paesi qui elencati rappresentano lo 89,5% di tutte le risposte.

Istruzione ed impegno

Fig. vii Istruzione

Scuola primaria

0,9%

Scuola secondaria

8,1%

College/università non completati

20,6%

Diploma di college, laurea di primo livello o altro titolo equivalente

56%

Titolo di laurea magistrale

13,5%

Dottorato

0,9%

Le percentuali si basano su 26.322 risposte a questa domanda (il 99,7% del totale degli intervistati).

La distribuzione del livello di istruzione tra gli intervistati è circa la stessa del 2008.

Fig. viii Importanza dell'istruzione

Per nulla

18.2%

Poco

29.7%

Abbastanza

36%

Molto

16.1%

Le percentuali si basano su 26.304 risposte a questa domanda (il 99.6% del totale degli intervistati).

Come nel 2008, quelli di voi che dicono che l'istruzione ha avuto almeno un po' di importanza rappresenta poco più del 50%.

Fig. ix Esaltato dal settore

No

2.5%

Sì - ogni tanto

25.6%

Sì - frequentemente

41.9%

Sì - molto spesso

29.5%

Non so

0.5%

Le percentuali si basano su 26.165 risposte a questa domanda (il 99.1% del totale degli intervistati).

Paragonati al 2008, sembriamo meno esaltati dal settore. Nel 2008, il 78,2% degli intervistati era frequentemente o molto spesso eccitato dal settore; nel 2009, il 71,4% si sente allo stesso modo.

Fig. x Ha un sito personale/blog

72,8%

No

27,2%

Le percentuali si basano su 26.185 risposte a questa domanda (il 99,1% del totale degli intervistati).

Di nuovo, più del 70% degli intervistati ha un blog.

Fig. xi Anni online del sito personale/blog

Meno di un anno

9,8%

1 anno

7,8%

2 anni

12,6%

3 anni

11,6%

4 anni

9,8%

5 anni

11,1%

6 anni

6,9%

7 anni

5,5%

8 anni

5,5%

9 anni

3,1%

10 anni (o più)

16,2%

Le percentuali si basano su 19.217 intervistati che hanno indicato di avere un blog (il 72,8% di quelli che hanno risposto alla domanda).

E' un mondo ordinario

Fig. xii Tipo di organizzazione

Socio di una grande azienda o organizzazione

1,9%

Socio di una piccola azienda

8,2%

Impiegato in un'azienda, università, biblioteca, museo, no-profit o altra organizzazione

54,5%

Consulente/freelancer o proprietario di una piccola azienda

28,6%

Studente, hobbista, volontario o un altro ruolo non retribuito

6,7%

Le percentuali si basano su 26.334 risposte a questa domanda (il 99,7% del totale degli intervistati).

Come nel 2008, più della metà degli intervistati svolge il proprio lavoro come impiegato e poco più di un quarto lo fa come freelancer. Il numero degli indipendenti e dei proprietari di piccole aziende sta aumentando.

Fig. xiii Dimensione dell'organizzazione

Libero professionista / freelancer

24,0%

2-5 impiegati

12,7%

6-10 impiegati

8,6%

11-25 impiegati

11,2%

26-50 impiegati

9,1%

51-300 impiegati

14,1%

301-750 impiegati

5,3%

751-3000 impiegati

5,9%

Più di 3000 impiegati

8,9%

Le percentuali si basano su 24.550 risposte a questa domanda (il 93% del totale degli intervistati).

Come nel risultato precedente, il numero di intervistati “liberi professionisti” è più alto che nel 2008.

Fig. xiv Ore lavorative settimanali

Meno di 20 ore

7,1%

20-29 ore

6,7%

30-39 ore

18,7%

40-49 ore

47,1%

50-59 ore

13,1%

60 ore o più

7,3%

Le percentuali si basano su 26.284 risposte a questa domanda (il 99,5% del totale degli intervistati).

I risultati del 2009 sono abbastanza simili ai risultati del 2008, con più o meno la stessa percentuale di intervistati che lavora meno di 20 ore (7,1% rispetto al 6,8%) e più di 40 ore (67,5% rispetto al 67,1%)

Fig. xv Anni nel settore

Meno di un anno

3,9%

1 anno

4,6%

2 anni

10,4%

3 anni

11,6%

4 anni

9,1%

5 anni

10,9%

6 anni

6,4%

7 anni

4,8%

8 anni

5,2%

9 anni

4,9%

10 anni (o più)

24,9%

Non applicabile

3,3%

Le percentuali si basano su 26.306 risposte a questa domanda (il 99,6% del totale degli intervistati).

Questi risultati sono in linea di massima simili a quelli del 2008, con tre notevoli eccezioni: il numero degli intervistati con meno di un anno di esperienza è crollato dal 5,1% al 3,9%, e quelli con 10 o più anni di esperienza sono aumentati dal 19,6% al 24,9%. C'è stato inoltre un picco sugli 8 anni di esperienza nel 2008 che sembra non apparire nei risultati del 2009.

Fig. xvi Percentuale di lavoro relativo al web

Tutto o quasi tutto il mio lavoro è relativo al web

55,6%

La maggior parte del mio lavoro è relativa al web

26,1%

Circa la metà del mio lavoro è relativa al web

10,0%

Circa un quarto del mio lavoro è relativo al web

4,1%

Il lavoro relativo al web è una piccola parte di quello che faccio

3,6%

Non svolgo alcun lavoro relativo al web

0,5%

Le percentuali si basano su 26.241 risposte a questa domanda (il 99,4% del totale degli intervistati).

I risultati di quest'anno sono praticamente gli stessi di quelli dell'anno scorso.

Fig. xvii Anni nell'attuale professione

Meno di un anno

20,3%

1 anno

14,2%

2 anni

22,7%

3 anni

14,7%

4 anni

7,5%

5 anni

6,1%

6 anni

2,9%

7 anni

2,0%

8 anni

1,9%

9 anni

1,7%

10 anni (o più)

5,4%

Non applicabile

0,6%

Le percentuali si basano su 17.025 risposte a questa domanda (il 64,5% del totale degli intervistati).

La domanda era solo per i soci e/o gli impiegati. Le risposte sembrano in larga misura simili a quelle dell'anno scorso, sebbene ci siano significativamente meno persone che hanno risposto “meno di due anni” nella loro professione attuale (il 34,5% rispetto al 43,7%).

Fig. xviii Numero di anni come freelancer

Meno di un anno

12,0%

1 anno

10,7%

2 anni

14,7%

3 anni

11,4%

4 anni

8,1%

5 anni

8,8%

6 anni

4,6%

7 anni

3,4%

8 anni

3,1%

9 anni

2,1%

10 anni (o più)

11,4%

Non applicabile

9,7%

Le percentuali si basano su 9.309 risposte a questa domanda (il 35,2% del totale degli intervistati).

Questa domanda era solo per i freelancer. Le risposte in generale sono simili a quelle dell'anno scorso, sebbene, a differenza dello scorso anno, le due risposte al top fossero “2 anni” e “Meno di un anno”, con “3 anni” e “10 anni (o più)” a contendersi il terzo posto.

Fig. xix Prossima mossa nella carriera lavorativa

Nuovo lavoro in una nuova organizzazione

15,8%

Ottenere una promozione nel mio attuale lavoro

14,4%

Avviare la mia attività

13,5%

Stare dove sono

12,7%

Apprendere nuove competenze

11,2%

Puntare ad una migliore classe di clienti

8,9%

Cambiare la mia area di specializzazione (ad esempio, da design a sviluppo)

4,7%

Trovare un socio le cui competenze siano complementari alle mie

3,3%

Cominciare (o espandere) la mia professione di autore o di relatore nelle conferenze

3,1%

Partecipare ad una conferenza/fare dei corsi/altre attività di istruzione

2,5%

Ottenere il mio primo impiego in questo settore

2,5%

Abbandonare la professione

1,8%

Altro

5,6%

Le percentuali si basano su 26.094 risposte a questa domanda (il 98,8% del totale degli intervistati).

A differenza dello scorso anno, più intervistati vogliono lasciare l'azienda attuale per una nuova posizione piuttosto che essere promossi all'interno della loro attuale azienda.

Fig. xx Ferie retribuite

Meno di 6 giorni

2,9%

6-10 giorni

12,8%

11-15 giorni

25,9%

16-20 giorni

19,8%

21-25 giorni

19,6%

Più di 25 giorni

11,7%

Non applicabile

7,2%

Le percentuali si basano su 16.898 risposte a questa domanda (il 64,0% del totale degli intervistati).

Sembra che non ci siano cambi significativi rispetto ai risultati dell'ultimo anno.

Fig. xxi Festività retribuite

0 giorni

6,0%

1-3 giorni

4,4%

4-8 giorni

49,7%

9-11 giorni

24,0%

11-13 giorni

7,4%

13-15 giorni

3,5%

Più di 15 giorni

4,9%

Le percentuali si basano su 16.839 risposte a questa domanda (il 63,8% del totale degli intervistati).

Come nella domanda precedente, non appaiono cambiamenti significativi rispetto ai risultati dello scorso anno.

I soldi, dolcezza

Fig. xxii Salario

Meno di $10,000

12,4%

$10,000-$19,999

8,6%

$20,000-$39,999

18,7%

$40,000-$59,999

24,9%

$60,000-$79,999

17,0%

$80,000-$99,999

9,1%

$100,000-$119,999

4,6%

$120,000-$149,999

2,6%

Più di $150,000

2,0%

Le percentuali si basano su 25.788 risposte a questa domanda (il 97.6% del totale degli intervistati).

Gli intervistati del 2009 hanno riportato una distribuzione del salario pressoché identica a quella riportata dagli intervistati del 2008.

Fig. xxiii Percentuale dell'ultimo aumento di stipendio

Il mio salario è diminuito

5,1%

1-5%

31,0%

6-10%

15,2%

11-15%

6,4%

16-20%

4,0%

21-25%

2,5%

26-30%

1,2%

31-35%

0,8%

36-40%

0,4%

41-45%

0,2%

46-50%

0,5%

51-75%

0,6%

76-100%

0,3%

Più del 100%

0,3%

Non applicabile

31,5%

Le percentuali si basano su 16.882 risposte a questa domanda (il 63,9% del totale degli intervistati).

Sebbene la distribuzione di risposte nel 2009 sia in gran parte simile a quella del 2008, c'è stato un notevole balzo in avanti delle persone che hanno riferito di aver avuto una diminuzione di salario (il 5,1% rispetto all'1,5%) e quelli ai quali la domanda risulta non applicabile (il 31,5% rispetto al 25,7%). C'è stata una riduzione generale in tutte le altre categorie.

Fig. xxiv Tempo trascorso dall'ultimo aumento

0-3 mesi fa

13,9%

3-6 mesi fa

10,6%

6-9 mesi fa

7,8%

9-12 mesi fa

8,9%

1 anno fa

15,5%

2 anni fa

12,6%

3 anni fa

2,0%

4 anni fa

0,5%

5 o più anni fa

0,4%

Non applicabile

27,8%

Le percentuali si basano su 16.830 risposte a questa domanda (il 63,7% del totale degli intervistati).

Solo il 56,7% degli intervistati ha avuto un aumento nel corso dell'ultimo anno prima di questo sondaggio, paragonato al 71,3% del 2008. La percentuale degli intervistati che ha riportato di aver ottenuto l'ultimo aumento due anni fa è quadruplicata dal sondaggio 2008 (il 12,6% rispetto al 3,1%).

Discriminazioni percepite

NOTA: Abbiamo usato la percentuale degli intervistati che hanno detto o “Decisamente sì” o “Cautamente sì” per comparare le percezioni di pregiudizio.

Fig. xxv Discriminazione percepita in base all'età

Decisamente no

38,1%

Probabilmente no

33,2%

Forse

15,1%

Cautamente sì

8,9%

Decisamente sì

4,7%

Le percentuali si basano su 25.987 risposte a questa domanda (il 98,4% del totale degli intervistati).

Degli intervistati, il 13,6% dice sicuramente o cautamente sì, essenzialmente gli stessi dello scorso anno.

Fig. xxvi Discriminazione percepita in base al sesso

Decisamente no

66,5%

Probabilmente no

23,2%

Forse

5,7%

Cautamente sì

2,9%

Decisamente sì

1,4%

Le percentuali si basano su 25.913 risposte a questa domanda (il 98,1% del totale degli intervistati).

Degli intervistati, il 4,3% dice decisamente o cautamente sì, sostanzialmente gli stessi dello scorso anno.

Fig. xxvii Discriminazione percepita in base all'etnia

Decisamente no

73,3%

Probabilmente no

20,4%

Forse

4,1%

Cautamente sì

1,4%

Decisamente sì

0,7%

Le percentuali si basano su 25.947 risposte a questa domanda (il 98.2% del totale degli intervistati).

Degli intervistati, il 2,1% dice decisamente o cautamente sì, essenzialmente gli stessi dello scorso anno.

Fig. xxviii Discriminazione percepita in base all'area geografica

Decisamente no

26,6%

Probabilmente no

27,2%

Forse

21,3%

Cautamente sì

13,5%

Decisamente sì

11,3%

Le percentuali si basano su 26.067 risposte a questa domanda (il 98,7% del totale degli intervistati).

Degli intervistati, il 24,8% dice decisamente o cautamente sì, praticamente gli stessi dello scorso anno.

Fig. xxix Discriminazione percepita in base alla disabilità

Decisamente no

16,3%

Probabilmente no

7,5%

Forse

3,4%

Cautamente sì

1,2%

Decisamente sì

0,8%

Non applicabile

70,8%

Le percentuali si basano su 25.991 risposte a questa domanda (il 98,5% del totale degli intervistati).

Degli intervistati, il 2.0% dice decisamente o cautamente sì, essenzialmente gli stessi dello scorso anno.