No. 91

Gli utenti si aspettano che i siti web funzionino sui loro telefoni cellulari. Tra due o tre anni, il supporto mobile diventerà standard per ogni sito. I web developers devono pertanto aggiungere lo sviluppo per il web mobile alle proprie capacità o rischiano di perdere dei clienti.

Come si fa a rendere i siti web compatibili con il mondo mobile? La risposta è ovvia: testandoli su tutti i telefoni cellulari e risolvendo i problemi che si incontrano via via. Ma questa è una risposta inutile! E' impossibile testare il proprio design su tutti i cellulari che ci sono là fuori! All'interno del panorama dei telefoni cellulari ci sono almeno dieci sistemi operativi (OSs) e quindici browser meritevoli di considerazione. I dispositivi mobili sono costosi e non tutti i web developer possono permettersi di comprarne cinque o dieci. Testare “su tutti i telefoni cellulari” è impossibile per la maggior parte dei web developer.

In questo articolo, vi farò una panoramica del mercato del mobile web, delle piattaforme dei vari telefoni e dei loro browser, così che possiate decidere su quali dispositivi fare i vostri test. Poi, daremo un'occhiata a come impostare il vostro ambiente di test per il mobile web.

Il mercato degli smartphone

I web developers dovrebbero concentrare sugli smartphone i loro sforzi in materia di test. Tutti i buoni browser mobile funzionano su una piattaforma smartphone o su un'altra. (Pochi telefoni non-smartphone hanno dei buoni browser. Questo cambierà, ma per il momento è così.) La domanda a questo punto è d'obbligo: cos'è uno smartphone? Ecco come parafraso la definizione più o meno ufficiale data dall'industria della telefonia mobile:

Uno smartphone è un telefono che ha un OS riconoscibile su cui l'utente può installare delle applicazioni.

Il mercato degli smartphone è suddiviso in molti sotto-mercati, ciascuno dei quali ha un proprio pubblico. Per ulteriori informazioni, leggete gli articoli di Tomi Ahonen sui consumatori di smartphone e sul market share degli smartphone.

Panoramica del mercato degli smartphone
Mercato Share OS Consumatori
Fascia Alta 20% iOS
Android
webOS
MeeGo
Windows Phone 7
BlackBerry OS6
All'interno della fascia alta, gli utenti vogliono soprattutto la navigazione sul web e le applicazioni e possono pagare per queste caratteristiche.
Business 35% BlackBerry
Symbian
Windows Mobile
Windows Phone 7
Il gruppo business include i telefoni che le aziende acquistano per i propri dipendenti. Il dipartimento IT decide quale OS può accedere alla rete aziendale, così che gli utenti possano scaricare le proprie e-mail e navigare sulle intranet sicure.
Fascia Media 45% Android
Symbian
BlackBerry
bada
Windows Mobile
All'interno della fascia media, gli utenti sono interessati alla musica, ad una buona fotocamera e/o alla facilità di scrivere messaggi (che richiede una tastiera hardware)—tutto in un dispositivo che si possano permettere.

Note:

  • Nel 2009, sono stati venduti quasi 175 milioni di smartphone in tutto il mondo. Ci si aspetta che il mercato cresca del 90% quest'anno.
  • Android si sta spostando nel mercato di fascia media con dei device come il Vodafone 845 che hanno un hardware meno potente e meno costoso.
  • Con il rilascio di Windows Phone 7 da parte di Microsoft, Windows Mobile scomparirà.
  • MeeGo non era disponibile al momento in cui ho scritto questo articolo. E' probabile che arrivi sul mercato nel primo quarto del 2011.

Una questione di piattaforme

Attualmente, la battaglia che si sta combattendo nel mondo mobile riguarda le piattaforme. Mentre il sistema operativo è l'ingrediente più importante di una piattaforma, anche gli app store ed i browser hanno importanza.

Una piattaforma compete con le altre piattaforme nel suo mercato ed è lì che il gioco si fa interessante per gli sviluppatori web: ogni piattaforma ha il suo browser di default e, se una certa piattaforma dovesse vincere la guerra, il suo browser guadagnerebbe un ampio market share, costringendo i web developers a prestargli attenzione.

Nel mercato di fascia alta, iOS e Android sono attualmente le piattaforme di spicco. Tuttavia, nel 2011 potrebbero trovarsi a competere con Windows Phone 7 (Microsoft) e MeeGo (Nokia). Inoltre, anche il BlackBerry OS6 (RIM) potrebbe cercare di entrare in questo mercato.

Si deve fare attenzione

Il problema è che la maggior parte dei web designer e developer (per non citare la blogosfera) cade esattamente nel mercato di fascia alta. C'è un pregiudizio culturale verso gli OS che puntano a qualunque altro mercato. Come risultato, la maggior parte delle persone si concentra sulla lotta tra iOS e Android ed ignorano il resto. Tutto ciò deve cambiare.

Nel mercato di fascia media, il Symbian (Nokia) al momento sta dominando, ma bada (Samsung), BlackBerry (RIM) ed i nuovi Androids (Google) di fascia media sono forti competitors.

Il mercato business è conservativo. Sebbene iOS stia cercando di penetrare in questo mercato e presumibilmente Android vorrà fare lo stesso, non ci sono ancora riusciti. BlackBerry e Symbian continuano a dettar legge, con un pizzico di Windows Mobile in un angolo.

La situazione è complessa, specialmente per chiunque voglia cominciare a sviluppare per il mobile web. Ho creato una tabella con una panoramica del mercato mobile per aiutarvi a venirne a capo.

Il mercato dei browser mobile

Sebbene la guerra delle piattaforme modellerà in larga misura il panorama dei futuri browser mobile, i web developers sono probabilmente più interessati agli ambienti attuali. Diamo un'occhiata al mercato corrente dei browser mobile.

C'è solo una fonte di informazione sul mercato dei browser mobile: StatCounter. Ha dei limiti però: la loro classifica dei browser talvolta è strana e i siti su cui misurano il traffico si auto-selezionano sottoscrivendo il servizio. Tuttavia, non ci sono altre sorgenti di dati. Quindi, cosa dice StatCounter per Novembre 2010?

Statistiche globali per Novembre 2010
Share Browser Note
22% Opera StatCounter mette insieme Opera Mini e Opera Mobile. La mia stima personale, basata sui discorsi fatti in Opera, è che circa il 90% di questo numero sia Opera Mini.
22% Safari StatCounter divide iOS tra iPhone, iPod Touch e iPad. Le statistiche riguardandi Safari su iPad rientrano nelle statistiche desktop, non in quelle mobile. Pertanto, questa stima esclude l'iPad.
19% BlackBerry Questo dato include principalmente OS5 ed i modelli più vecchi, che hanno un browser con un engine proprietario. Da OS6 in poi, BlackBerry utilizza un browser basato su WebKit e questo renderà il nostro lavoro molto più semplice.
17% Nokia Il browser basato su WebKit di Nokia ha diverse varianti, alcune delle quali sono migliori di altre. Sfortunatamente, StatCounter non fa distinzioni tra le diverse varianti.
11% Android Il mercato di Android è piuttosto frammentato per quel che riguarda i browser. Ci sono alcune sottili differenze tra i browser sui dispositivi HTC e Sony Ericsson. Aspettatevi dei problemi a causa di queste inconsistenze.
4% NetFront NetFront gira perlopiù sui telefoni più vecchi di produttori asiatici, principalmente Sony Ericsson. Questa stima include la Sony PlayStation Portable così come altri dispositivi di gaming.
1% UCWeb Il browser più popolare in Cina. Offre poche funzionalità.
1% Samsung StatCounter unisce tutti i browser Samsung, dai vecchi telefoni basati su NetFront fino ai nuovi bada basati su WebKit.

Queste sono classifiche globali: le quote di traffico variano abbastanza da Paese a Paese. Prima di decidere quali browser supportare, verificate le statistiche riguardanti il vostro Paese. Potreste anche studiare i file di log del vostro cliente per capire quali dispositivi vengono utilizzati dalle persone che visitano quel sito.

Se siete interessati, paragonate queste statistiche di quote di traffico con quelle delle quote di vendita riportate da Gartner: troverete molte differenze.

Il dominio dell'iPhone

Se paragonate le statistiche delle quote di traffico e di vendita, noterete che il market share del traffico di Safari per iOS è sproporzionato rispetto al suo market share per le vendite. Tenete a mente questo fatto mentre create dei siti web per mobile, ma non usatelo come una scusa per testare solo su iPhone.

Ci sono due ragioni per cui iPhone domina: primo, iOS è la prima piattaforma creata specificatamente per la navigazione su mobile web. Come risultato, le persone che vogliono navigare utilizzando il proprio telefono scelgono l'iPhone (o, a volte, Android). Secondo, Apple ha fatto in modo che quelli che comprano l'iPhone abbiano un piano dati flat, il che incoraggia la navigazione web.

Il piano dati flat-fee sta comunque scomparendo. AT&T negli USA ed i nuovi carriers iPhone come Vodafone in Europe ora offrono un piano dati con un tetto massimo perché rientra nei loro interessi economici. In passato, i consumatori hanno messo in cattiva luce T-Mobile in Europa e, in particolar modo, AT&T negli USA perché non riuscivano a garantire una buona connessione dati (e perfino una buona connessione voce) per gli utenti iPhone. Non avevano alcun incentivo economico per migliorare il servizio, perché un maggior traffico dati proveniente da iPhone non avrebbe generato più guadagni per loro. Da qui il cambiamento nei piani tariffari.

Per questa ragione, così come per la popolarità crescente degli altri OS, sento che i giorni di dominazione dell'iPhone sono contati, sebbene io non possa dire quanto velocemente questo accadrà.

I migliori browser per mobile

Quindi, quali sono i principali competitors di Safari per il premio Miglior Browser Mobile?

Al momento, considero come “Eccellente” (il mio giudizio più alto) quattro browser mobile:

  1. Safari per iOS: il miglior browser mobile in generale,
  2. Android WebKit,
  3. Dolfin per Samsung bada: al momento il browser mobile più veloce e
  4. BlackBerry WebKit, il nuovo browser di default per IS6 e superiori (attualmente disponibile solo su BlackBerry Torch).

Tutti e quattro questi browser supportano gli eventi touch, che sono assolutamente cruciali per qualunque interfaccia seamless touchscreen-based". Inoltre, si basano tutti sul rendering engine di WebKit. Apple l'ha creato e Google, Samsung e RIM ne hanno fatto il punto di partenza per i propri browser. (Così come ha fatto Nokia, Palm e più recentemente LG).

Non c'è un WebKit unificato sui dispositivi mobili

Tuttavia, WebKit e gli eventi touch non rendono necessariamente un browser eccellente. Recentemente, LG ha rilasciato Phantom, un browser per telefoni di fascia bassa: a dispetto del fatto che è basato su WebKit e che supporta gli eventi touch, non è molto buono.

Questo sottolinea una regola generale di massima importanza per i web developer: non c'è un solo WebKit sui dispositivi mobili. Io ho testato nove browser basati su WebKit mobile e tutti loro si sono comportati in maniera differente. Non a casaccio però: il supporto di base per CSS è buono ed il JavaScript funziona perfettamente. Tuttavia, ciascuno di essi ha i suoi problemi e i suoi punti di forza.

A causa di questa variabilità, è importante che testiate i vostri siti web in quanti più browser basati su WebKit possibile: non assumete che il vostro sito funzioni su Android o BlackBerry WebKit browsers solo perché funziona in Safari.

I browser buoni

I browser di default di Apple, Google, Samsung e RIM formano quella che io chiamo la classe Eccellente. Sotto questi si trova quella che definisco la classe Buona: questa include Opera Mobile, Palm WebKit per webOS e MicroB, il browser basato su Gecko di default per Maemo OS di Nokia, che verrà presto rimpiazzato da MeeGo.

Questi browser non supportano gli eventi touch e lo zoom varia in ciascuna implementazione. Tuttavia, dal puro punto di vista di CSS e JavaScript, incontrerete pochi problemi.

Di questi tre, Opera Mobile è il più importante, perché funge da default browser per molti dispositivi Windows Mobile nei quali il produttore ha deciso che IE non è sufficientemente buono. Attualmente, è un'alternativa per Nokia WebKit su Symbian, l'OS mobile più diffuso.

Opera Mini

Opera Mini è un browser estremamente importante e dovreste decisamente testare i vostri siti su di esso, a causa della maniera unica con cui gestisce il web surfing. E' disponibile per iOS e Android, così come per una miriade di altri OS.

Opera Mini è diverso da tutti gli altri browser di cui abbiamo parlato finora, incluso Opera Mobile. Laddove gli altri browser scaricano semplicemente HTML, CSS e JavaScript, lo interpretano e lo rendono, Opera Mini fa qualcosa di molto diverso: quando si richiede una pagina in Opera Mini, quella richiesta va su uno speciale server di Opera Mini. Il server scarica le risorse, le interpreta ed esegue il rendering della pagina. Poi invia un'immagine della pagina risultante al vostro telefono. Voi vedete l'immagine attraverso il client di Opera Mini.

Il vantaggio è che il client di Opera Mini necessità di una piccola quantità di memoria, il che lo rende particolarmente adatto ai dispositivi economici di fascia bassa. Inoltre, il download effettivo di dati consiste solo di un'immagine altamente compressa.

Lo svantaggio di Opera Mini è che non offre alcuna interattività lato client: se cliccando su un link si attiva un gestore di eventi JavaScript per delle operazioni Ajax, Opera Mini ritorna al server per chiedere istruzioni. Il server gestisce lo script e ritorna un'immagine della pagina aggiornata. Tuttavia, è importante notare che questa è una feature, non un malfunzionamento. Per molte persone, tralasciare l'interattività lato client fa risparmiare molto denaro, sia in termini di dispositivi sia di costi tariffari per i piani dati.

Opera Mini non è il solo mini browser. Il browser Cinese più popolare è UCWeb, che funziona in maniera simile. Ritengo che il suo motore di rendering autoprodotto sia pessimo: in alcune situazioni non riesce nemmeno a gestire un semplice link. Il loro passaggio a WebKit è solo una questione di tempo.

Nokia WebKit

Nel primo anno in cui è stato messo in vendita, Microsoft ha venduto 240 milioni di copie di Windows 7. Molte di queste erano ovviamente dotate di IE 8. Nel 2009, Nokia ha venduto 432 milioni di dispositivi. Più della metà di questi aveva un browser Nokia WebKit come default.

In altre parole, l'anno scorso sono state immesse nel mercato più copie di Nokia WebKit che di IE. Nokia WebKit è incredibilmente enorme. Tuttavia, la sua quota di mercato di traffico è modesta: l'utente medio Nokia non naviga nel web tanto spesso quanto l'utente medio di iPhone. Ciò potrebbe tuttavia cambiare e i vostri siti web dovrebbero essere pronti a questo.

C'è un browser Nokia WebKit più vecchio che gira sul S40 (l'OS di fascia bassa) così come sui dispositivi Symbian più vecchi (fino a S60v3 feature pack 1). C'è anche un browser Nokia WebKit più nuovo che gira sui dispositivi Symbian più nuovi. Quest'ultimo è un po' strano ma funzionante. Il primo è più complicato. Se non siete sicuri di quale browser utilizzi il vostro telefono Symbian, lanciate l'Acid 3 test. I browser più recenti avranno un punteggio di circa 50, mentre i più vecchi falliranno completamente. Stephanie Rieger ha scritto una notevole serie di articoli su Nokia WebKit che è piena di cose che dovreste sapere.

I siti che sono destinati esclusivamente al mercato degli USA e del Canada possono praticamente ignorare il browser Nokia WebKit. Nokia ha una quota di mercato trascurabile in Nord America. I siti che hanno come audience prefissato quello di altre regioni dovrebbero però essere testati con questo browser.

Il vecchio BlackBerry

Prima di OS6, su BlackBerry girava un browser fatto in casa, che non era un successo. Sfortunatamente, la stragrande maggioranza dei proprietari di BlackBerry ha ancora questo vecchio browser: OS6 non ha ancora fatto presa sul mercato. Ma questo cambierà.

La performance di JavaScript è il problema più grande con questo vecchio browser per BlackBerry. (E' praticamente assente). Su OS4.6 e precedenti, questo problema era praticamente irrisolvibile. OS4.61 e successivi offrono almeno alcune funzionalità di script, ma è molto pesante fino a OS6, così dovrete dimenticarvi completamente dello scripting per i browser BlackBerry più vecchi.

E riguardo IE?

Ho già parlato di diversi browser su cui è necessario che testiate i vostri siti: il totale dei browser su cui fare i test è già più alto di quello del sito medio per desktop. Tuttavia, c'è una luce che squarcia le tenebre: IE non ha importanza nel mondo mobile!

Il browser di default in Windows Phone 7 è basato su IE7 ed incorpora alcune feature di IE8. E' migliore del browser di default di Windows Mobile, che è basato su IE6. Le versioni più vecchie sono addirittura basate su IE4. Sebbene Windows Phone 7 potrebbe essere un successo, credo che non avrà mai il comando del 6% della quota di mercato come fa con i desktop. Stimo che, nel tempo, Microsoft conquisterà tra il 10 ed il 15% del mercato degli smartphone.

Pertanto, la domanda è: noi web developer dobbiamo spolverare le nostre conoscenze di IE e forzare gli utenti di IE a scaricare dei fogli di stile extra? Forziamo tutti gli utenti a scaricare dei code branch di IE su una connessione mobile? O ignoriamo IE? Sono favorevole a quest'ultima ipotesi.

Microsoft è a conoscenza di questo problema e sa che può rendere importante IE Mobile facendone l'upgrade ai livelli di IE9. Infatti, lo stanno già facendo. Se tutti i nostri siti all'improvviso funzionassero in una futura versione di IE Mobile, tanto meglio! E potremmo perfino cominciare a farci dei test. Ma non ci verrà chiesto di trovare dei work-around laboriosi su un bug di IE dopo l'altro, come facciamo su desktop.

Altri browser

Ci sono pochi altri browser che potete ignorare al momento ma che potrebbero diventare importanti in futuro:

  • NetFront è ancora ampiamente usato sui dispositivi Samsung e Sony Ericsson più vecchi, ma è molto più indietro rispetto ad altri browser ed è molto probabile che scomparirà a breve. A buon intenditor poche parole: ignorate NetFront. Ci vogliono troppi sforzi per supportarlo.
  • Obigo è il browser scelto da LG e cerca seriamente di stare al passo con gli altri browser. Sebbene fino alla versione 7.x avesse il proprio rendering engine, ora sta passando a WebKit. I primi browser Obigo basati su WebKit sono attesi per l'inizio del 2011.
  • E' disponibile la versione beta di Firefox per Android, ma le mancano ancora importanti feature mobile come gli eventi touch. Il problema più grande di Mozilla è che gli utenti mobile non scaricheranno un altro browser solo perché possono. Quindi credo che per il momento si possa tranquillamente ignorare Firefox, nonostante questo cambierà se un dispositivo o un produttore di piattaforma comincerà ad usare Firefox come proprio browser di default.

Il vostro ambiente di test per mobile

Ora, applichiamo le nostre nuove conoscenze su piattaforme e browser per creare un test setup da poter utilizzare.

Cominciate a fare test

Cominciate a fare test già adesso. Ovviamente, potreste avere a vostra disposizione uno o al massimo due telefoni da usare, ma imparerete molto vedendo il vostro sito su un qualsiasi telefono.

Uno dei problemi più delicati è uno che potete affrontare subito: il piccolo display. Ogni cellulare ha un piccolo display per quelli che sono gli standard desktop ed è necessario che il vostro sito vi stia. Cominciate a fare degli esperimenti da subito. Non preoccupatevi se i vostri dispositivi non sono rappresentativi per il market share: qualunque test su mobile è meglio di nessun test.

Procurarsi i dispositivi

Poi viene il momento di sborsare dei soldi. Probabilmente avrete già un iPhone o un Android. Comprate un BlackBerry o un Nokia Symbian, quello che è più popolare dove vivete. Scegliete un modello più o meno recente e diffuso. Questo rappresenterà le masse di smartphone che ancora non navigano molto nel web.

Se il vostro budget è ristretto, comprate un Nokia o un BlackBerry non-touchscreen. Se avete dei soldi da parte, mettetene comunque da parte un po' per un qualche dispositivo non-touchscreen. Non tutti gli utenti hanno un touchscreen e dovreste decisamente prendere confidenza con altri modi di input. Se vi avanzano dei soldi per un terzo o addirittura per un quarto dispositivo, considerate una qualsiasi delle piattaforme che ho già citato: bada, Windows Phone 7 o Windows Mobile. Sceglietene uno o due che abbiano una grande market share nella zona in cui vivete.

Installate i browser

Scorrete il mio elenco dei browser ed installate assolutamente tutti i browser che potete scaricare sui dispositivi che avete già. Fate particolare attenzione a Opera Mini e UCWeb.

Test service

A questo punto, dovreste avere dai due ai quattro dispositivi con sei-dieci browser in totale. Se vi avanzano ancora dei soldi, compratene altri. Se non avete budget per comprare altri dispositivi, avete due scelte: i test service o gli emulatori.

I due principali test service sono Device Anywhere e Perfecto Mobile. Confrontateli e decidete quale preferite.

Questi servizi hanno file e file di telefoni cellulari nei loro laboratori con delle webcam puntate su ciascuno di essi e potete accedervi attraverso il vostro browser per testare quello che volete. Tutto ciò ha un prezzo ma è molto più economico che acquistare dei dispositivi.

Emulatori

Mentre gli emulatori sono il modo più economico per fare dei test mobile, ammetto di non esserne un grande fan, perché per essere davvero buono, il browser mobile deve essere portato su Windows (o Mac) e molte cose possono andare storte in questo processo.

Scorrete l'elenco degli emulatori ed installatene quanti più potete. Sfortunatamente, la maggior parte ha bisogno di una SDK su cui girare, che appesantirà il vostro computer.

Elenco dei browser

Una volta che avrete un mobile test setup ed dei clienti che vogliono i propri siti funzionanti su mobile, fate un elenco di browser generici da inserire nel vostro contratto. I vostri clienti devono sapere su quali browser funzionerà il loro sito.

Due browser sono inevitabili: Safari e Opera Mini. Molto probabilmente, i clienti chiederanno anche di Android e quelli che conoscono il mondo mobile insisteranno su BlackBerry o Symbian. Prendete accordi sulle versioni dei browser: probabilmente questo aspetto dipenderà dai dispositivi, dai test service o dagli emulatori che avete a disposizione. C'è qualche trucco qui:

  • Ricordatevi che BlackBerry OS4.6 o inferiori non riescono a far funzionare del codice JavaScript complicato. Inoltre, dovreste far sapere al vostro cliente che potrebbe essere necessario eliminare degli script anche nelle versioni successive di BlackBerry. Solo OS6 con il browser basato su WebKit è sicuro che riesca a supportarli.
  • Abbiamo già parlato delle versioni WebKit di Nokia. Cercate di evitare le versioni più vecchie: vi risparmierete dei mal di testa.
  • C'è un upgrade importante di WebKit per Android tra la 1.6 e la 2.0. Assicuratevi che il vostro contratto specifichi su quale versione di Android andrete a fare i vostri test.

Anche se il vostro cliente vi chiede solo dell'iPhone, assicuratevi che il sito funzioni ragionevolmente bene almeno su un altro browser mobile. Non tralasciate alcuna occasione per fare pratica.

Il progressive enhancement è vostro amico

Il progressivo enhancement è il vostro amico dello sviluppo web. Non tutto funzionerà su tutti i browser mobile, ma va bene così. Non tutto deve funzionare su tutti i browser. Se qualcuno usa Opera Mini e non vede le animazioni che avete realizzato, è accettabile. E siate pronti a eliminare del tutto i vostri script per i BlackBerry più vecchi.

Il progressive enhancement verrà usato sempre di più per lo sviluppo web mobile. Sul desktop siete obbligati a rendere felici gli utenti di IE ma sul mobile la situazione è un po' diversa. Quindi, non esitate ad eliminare alcune funzionalità per alcuni browser. Finché gli utenti riusciranno a leggere il contenuto e ad usare la navigazione, avrete fatto il vostro dovere.

Mobile: la nuova frontiera

Spero che tutte queste informazioni costituiscano un punto di partenza per le vostre avventure sul web mobile. Sarà difficile: principalmente perché molto diverso dal desktop web. Inoltre, la conoscenza dettagliata che diamo per scontata dei browser desktop non è ancora disponibile per il mobile web.

Questo non dovrebbe comunque impedirvi di sperimentare. Provate qualcosa che abbia senso per voi. A volte non funzionerà, ma fa parte del gioco. E se funziona, scrivetene: i vostri colleghi sviluppatori web hanno bisogno di informazioni.

Buona fortuna! E ricordate: non siete soli.

Letture consigliate

Ecco un elenco di letture da autorità del mobile. Sottoscrivetele, così rimarrete aggiornati su dove si sta dirigendo il mercato mobile.

  • Tom Ahonen, in passato un executive di Nokia, scrive Communities Dominate Brands. Un posto dove andare per ogni tipo di statistica. Leggere il suo blog vi darà una panoramica generale non web-centrica di cui c'è un grande bisogno.
  • Cloud Four Blog di Jason Grigsby. Jason è sia un web developer sia un mobile developer e presta particolare attenzione alle media queries e ai dibattiti native vs. web apps.
  • Vision Mobile è un'analisi del mercato mobile e società di strategia che pubblica un blog molto interessante con pezzi op-ed.
  • jQuery Mobile è l'ultimo progetto di John Resig. jQuery è la prima libreria JavaScript con una strategia definita per i browser mobile. La libreria Sencha è anch'essa un'opzione, ma è nata come libreria solo per iPhone e Android e sta aggiungendo solo ora altre piattaforme.
  • Yiibu di Bryan e Stephanie Rieger, pubblica articoli eccellenti sullo sviluppo per web mobile e sui vari browser Nokia. Il sito nel suo insieme è un esempio di come dovremmo agire nei confronti dello sviluppo web mobile.
  • Luke Wroblewski è un web designer con uno specifico interesse per il mobile. I suoi diagrammi delle gesture touch sono in special modo interessanti.
  • WAP Review di Dennis Bournique segue principalmente il mercato dalla fascia media a quella bassa. E' noto per test esaustivi su browser mini (Opera Mini, UCWeb e simili). Dennis inoltre presenta dei siti mobile trovati sul web, da cui potete prendere spunto.
  • PinchZoom è l'azienda di mobile web di Brian Fling. Vi sono molti utili articoli.
  • The Asymco blog di Horace Dediu segue avidamente il mercato mobile e ha molti buoni insight da condividere.
  • Mobile Industry Review è un'altra sorgente di alto livello che copre l'intero mondo mobile.
  • @EricssonLabs su Twitter vi indirizzerà alle storie più importanti del momento sul mondo mobile.
  • This Is Mobility è di Mike Rowehl, un mobile developer interessato al web. Oltre a seguire il mondo mobile, Mike di tanto in tanto scrive su come il mondo mobile vede il mondo del web, il che lo rende un interessante cambio di prospettiva.
  • Il Morgan Stanley Mobile Internet Report (PDF; enorme) è probabilmente la panoramica più esaustiva del mobile web attualmente disponibile, sebbene abbia già un anno.
  • Ho fondato la mobile web mailing list in cui molti leader di pensiero discutono i browser mobile, il mobile web, il contesto mobile e altri importanti argomenti.
  • Ed infine la sezione mobile del mio sito, QuirksMode. Scrivo sul mercato mobile visto da un web developer, includendo alcuni topic altamente tecnici che diverranno conoscenza obbligatoria per gli sviluppatori web mobile.

 

Illustrazioni: Carlo Brigatti

Share/Save/Bookmark
 

Discutiamone

Ti sembra interessante? Scrivi tu il primo commento


Cenni sull'autore

Peter-Paul Koch

Peter-Paul KochPeter-Paul Koch è uno stratega di piattaforme mobile, consulente ed insegnante ad Amsterdam, Olanda. Si concentra sulle tecnologie web, sui siti mobile e sulle widget W3C. Si è specializzato in HTML, CSS, JavaScript e browser compatibility. E' relatore a conferenze, ha fondato Fronteers, l'associazione olandese di professionisti front-end e dà consigli ai produttori di browser riguardo le loro implementazioni degli standard web.