No. 207

Immagini responsive: perché hanno quasi funzionato e cosa ci serve

Con un approccio mobile-first responsive design, se una qualunque parte si rompe, i vostri utenti potranno ancora ricevere un'immagine rappresentativa ed evitare un'inutilmente grande richiesta su un device che potrebbe avere una banda limitata. Tuttavia con l'implementazione da parte di molti dei browser più recenti di una feature di prefetch delle immagini che permette alle immagini di essere prese prima di fare il parsing del body del documento, molti tra i più illuminati web developer stanno abbandonando le immagini responsive in favore dello user agent detection, almeno come soluzione temporanea. Per noi standardisti, l'UA detection ci lascia un cattivo sapore in bocca. Soprattutto, l'UA detection diventerà ben presto insostenibile con il crescere continuo del numero di dispositivi, esattamente come avvenne con il browser detection negli anni bui precedenti agli standard web. Quello di cui abbiamo veramente bisogno, sostiene Mat Marquis, è un nuovo elemento di markup che funzioni nel modo in cui funziona l'elemento video di HTML5. Sembra folle? Così tanto che potrebbe funzionare!

Commenti

Nessun commento presente

Hai qualche cosa da dire?


Per pubblicare il tuo commento devi essere un utente registrato
Registrati o collegati al sito

Collegati o registrati

Questo sito per poter funzionare utilizza i cookie. Per saperne di più visita la pagina relativa all' INFORMATIVA